L’INTERVISTA – IL PROF. RUGGERO RACCAH, PSICHIATRA

Conosciamo il responsabile sanitario della Struttura Residenziale Socio Riabilitativa Villa Gughi

prof. Ruggero Raccah, medico psichiatra e direttore di Villa Gughi si è laureato in medicina generale presso “La Sapienza” a Roma, conseguendo la specializzazione in Ematologia e in Psichiatria.
Coordinatore delle attività scientifiche di diverse multinazionali, Raccah è anche direttore responsabile e scientifico dei progetti come Rewalk Robotics, Brainsway, AlphaTau e Lifeseeder.

In questa intervista ci parla della Stimolazione Magnetica Transcranica Profonda (Deep Tms Brainsway) che viene impiegata a Villa Gughi per il trattamento di dipendenze e depressione.

Professore, come e quando nasce la Stimolazione magnetica Transcanica?

La TMS è nata circa 30 anni fa come un nuovo strumento di ricerca e, da circa 20 anni, viene impiegata come trattamento per patologie legate alle dipendenze e alla depressione.
Sino ad oggi sono stati trattati con la Tms centinaia di migliaia di pazienti in Italia e nel mondo con successo.
Più di 10 anni fa ho conosciuto la start up israeliana Brainsway che ha messo a punto la tecnologia rivoluzionaria della Stimolazione Magnetica Transcranica profonda (Deep Tms).
Ne sono rimasto affascinato e, con la collaborazione di altri studiosi italiani, ho avuto modo di implementare e testare questa tecnologia in diversi centri sanitari italiani come il San Raffaele e il San Donato di Milano, il Policlinico e il Sant’ Andrea di Roma.

Quali sono le caratteristiche principali di questo trattamento e per chi è indicato?

La Deep Tms innanzitutto è un trattamento dedicato a chi soffre di dipendenze e depressione. Il primo aspetto da sottolineare è che è un trattamento non invasivo e che ha effetti collaterali minimi (solo in rari casi, una lieve cefalea transitoria).

E’ una terapia molto ben tollerata e ha il grande vantaggio di essere impiegata in aggiunta al trattamento farmacologico e psicoterapeutico in corso, aumentandone le percentuali di risposta.
Sono stati fatti numerosi studi con controllo placebo, pubblicati su riviste internazionali importanti, e si è visto come con il trattamento di Stimolazione Magnetica Transcranica profonda (Deep TMS), in particolare nel trattamento della depressione, mostra rispetto al trattamento farmacologico circa un 10-15 % di risposta e quindi di successo in più.

Nulla contro i trattamenti tradizionali… Il Deep Tms offre una opportunità in più e un orizzonte di cura efficace anche per persone che, a causa di diverse patologie, come problemi renali o epatici non possono assumere psicofarmaci.

Per quanto riguarda le dipendenze, la particolarità di questa cura è che va ad incidere sulla diminuzione del craving, ovvero della ricerca compulsiva della sostanza (qualunque essa sia: fumo, alcol, cocaina…).
Si basa sul concetto di neuromodulazione, per il quale in presenza di sostanze abbiamo una aumentata attività celebrale che porta al craving e quindi alla dipendenza. Il Deep Tms va a ridurre questa iperattività cerebrale.
Al contrario, in presenza di depressione si avverte una ridotta attività cerebrale che quindi il trattamento Deep Tms va ad aumentare.

Tutti possono sottoporsi al trattamento con Deep Tms?

Generalmente sì (dopo un’attenta valutazione clinica del singolo paziente), fatta eccezione per le persone che presentano condizioni per le quali il trattamento non può proprio essere intrapreso, ovvero problemi di epilessia o presenza di clip metalliche.

Come viene impiegata la tecnologia Deep Tms a Villa Gughi?

A Villa Gughi la usiamo per la cura di depressione e dipendenza da alcol, fumo e cocaina.
Il trattamento Deep Tms rientra in un più ampio percorso riabilitativo studiato in base alle esigenze di ogni singolo paziente e quindi individualizzato e personalizzato.
La particolarità di Villa Gughi è quella di essere una struttura inserita in un privilegiato contesto. Immersa nella natura e nella quiete è il luogo ideale per rigenerare la mente e il corpo. Durante il soggiorno dei nostri pazienti proponiamo una serie di attività di sostegno al trattamento Deep Tms, come attività fisiche all’aria aperta, yoga, equitazione, passeggiate nel bosco senza tralasciare una corretta alimentazione. Se poi il paziente, per diverse ragioni, non può soggiornare presso la nostra struttura, abbiamo anche la possibilità di studiare un percorso personalizzato che preveda un trattamento ambulatoriale.

La Deep Tms è utile per dipendenza da fumo, alcol e cocaina… Per chi soffre da dipendenza da cibo è indicata?

Per dipendenza da cibo è stato condotto uno studio di controllo placebo, presso il San Raffaele di Milano, che mostra risultati significativi dal punto di vista statistico: in pazienti con grave dipendenza, sottoposti al trattamento, si è notata una notevole diminuzione del craving, ovvero della ricerca compulsiva del cibo stesso.

E per l’ Alzheimer?

Il Deep Tms non può guarire l’Alzheimer ma può sicuramente migliorare la qualità di vita di chi ne soffre. Numerosi studi hanno dimostrato che anziani con lievi e medio-lievi stadi di Alzheimer, dopo il trattamento, hanno avuto significativi miglioramenti come la capacità di riconoscere i familiari o ritrovare l’orientamento.
Il grande vantaggio è che essendo il Deep Tms una terapia non invasiva, è adatta anche alle persone anziane.
Naturalmente, anche in questi casi, il trattamento è subordinato ad una attenta valutazione clinica, alla valutazione delle patologie correlate e quindi è una cura altamente individualizzata.